Sfiato e Sistema di Spegnimento

Lo sfiato di TCD Italia è progettato per offrire alte prestazioni per lo scarico in atmosfera di gas di idrocarburi. Il design di base prende in considerazione quanto segue:

  • Concentrazione a livello del suolo dei gas rilasciati
  • I gas tossici non possano creare un rischio per la sicurezza in presenza di persone.
  • Accensione spontanea a causa di fulmini, percussioni meccaniche, fenomeni elettrostatici.
  • Il rumore deve essere ad un livello tale da garantire la sicurezza dove il personale è presente.
  • Le radiazioni termiche dovute all’accensione spontanea non possano creare un rischio per la sicurezza.

Il terminale dello sfiato può essere progettato per velocità di uscita sub-sonica o sonica. È buona norma progettare il terminale di sfiato sub-sonico con una velocità di uscita degli idrocarburi scaricati maggiore di 150 m/s. Ciò garantisce un’eccellente dispersione.

La parte superiore del terminale di uscita è lavorato per ridurre al minimo gli effetti di attrito dei gas scaricati. Il terminale dello sfiato è fabbricato con alti spessori in lega resistente al calore e incorpora un paravento per ridurre al minimo l’abbassamento del pennacchio in condizioni ventose.

Lo sfiato può essere dotato di una tenuta per a ridurre al minimo l’ingresso di aria e ridurre la portata del flusso di purga necessario.

I terminali di sfiato possono anche essere dotati di un cappello speciale progettato per evitare l’ingresso di pioggia.

Il sistema di sfiato elevato richiede una struttura di supporto. La struttura portante può essere con stralli, con traliccio indipendente, autoportante, con traliccio strallato. TCD Italia è in grado di offrire qualsiasi tipo di struttura per lo sfiato in conformità a tutti i codici e le regole comuni europei e americani.

Sistema Antincendio (Snuffing System)

Il rapido spegnimento di uno sfiato è spesso richiesto come misura di sicurezza (solitamente per l’accensione accidentale). Normalmente si inietta il gas estintore nel flusso di gas all’interno del terminale. Di solito viene utilizzata anidride carbonica (CO2). L’azione di spegnimento dell’anidride carbonica avviene per soffocamento del fuoco, per diluizione della percentuale di ossigeno contenuto nell’aria e per raffreddamento provocato dalla rapida espansione del gas. La CO2 è contenuta in cilindri installati su rack, attivati da remoto o manualmente, che scaricano la CO2 all’interno del vent attraverso appositi ugelli.

La quantità di CO2 richiesta per evitare l’accensione accidentale del gas ventilato è normalmente pari a 3,5 per volume di gas (ovviamente dipende dalla composizione del gas di scarico).

Per ridurre al minimo la quantità di CO2, è necessario iniettare l’inerte tramite ugelli speciali al fine di creare un tappo di gas inerte tra l’eventuale fiamma e il gas in ingresso.

La presenza di fiamma in un sistema di sfiato viene normalmente rilevata tramite termocoppia situata sulla parte terminale.

I segnali della termocoppia vengono inviati al pannello di controllo del sistema di spegnimento in cui vengono utilizzati gli interruttori di temperatura per avviare la rapida scarica di CO2 (è importante considerare che la portata di CO2 in uscita dalle bombole è di circa 1 kg/s).